Voucher 4.0, la consulenza digitale ti costa metà

Chi acquista consulenza professionale sul digitale da un innovation manager come CNA riceve un contributo fino al 50% sulle spese.

Digital Innovation Hub CNA

Contatta i nostri consulenti digitali

Un contributo del 50% a fondo perduto sulle spese per la consulenza professionale utile ad avviare il proprio progetto di digital transformation aziendale.

Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy si prepara ad aprire un nuovo sportello per il voucher innovazione 4.0, che permetterà anche alle micro, piccole e medie imprese di farsi affiancare dai migliori professionisti dell’innovazione per un supporto con cui trasformare le nuove tecnologie in reali opportunità di crescita.

L’obiettivo è rendere sempre più inclusiva la rivoluzione del piano impresa 4.0, aiutando soprattutto le attività meno strutturate e meno attrezzate finanziariamente a non perdere il treno di un cambiamento che può portare benefici diretti e immediati a tutti i livelli del mondo produttivo.

 

Voucher consulenza innovazione, cosa si può acquistare

Tramite il voucher consulenza innovazione sarà possibile acquistare la consulenza dei cosiddetti innovation manager, ossia professionisti o società accreditate e riconosciute in uno specifico registro del Ministero.

L’innovation manager è la figura con la preparazione adatta per progettare a fianco delle imprese un percorso d’innovazione completo con cui riorganizzare interamente l’approccio produttivo in termini di efficienza, risparmio e sostenibilità.

Tra gli innovation manager accreditati c’è anche CNA Veneto Ovest, che tramite i professionisti dell’Area Advisory e Innovazione ha già affiancato diverse imprese associate in attività di trasformazione digitale del business.

 

Voucher consulenza innovazione, quanto si ottiene

Le aziende che si rivolgono a un innovation manager come CNA possono ottenere un contributo per le spese della consulenza, quantificato in:

Micro e piccole imprese

50% dei costi fino a un contributo massimo di 40 mila euro

Medie imprese

30% dei costi sostenuti fino a un contributo massimo di 25 mila euro

Reti di imprese

50% dei costi sostenuti fino a un contributo massimo di 80 mila euro

 

Gli ambiti delle consulenze

È possibile investire in consulenze relative a tutti gli ambiti del piano impresa 4.0, secondo un contratto di consulenza che deve avere una durata minima di 9 mesi. Le tecnologie abilitanti oggetto di supporto sono individuabili tra:

  • big data e analisi dei dati;
  • cloud, fog e quantum computing;
  • cyber security;
  • integrazione delle tecnologie della Next Production Revolution (NPR) nei processi aziendali, anche e con particolare riguardo alle produzioni di natura tradizionale;
  • simulazione e sistemi cyber-fisici;
  • prototipazione rapida;
  • sistemi di visualizzazione, realtà virtuale (RV) e realtà aumentata (RA);
  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo-macchina;
  • manifattura additiva e stampa tridimensionale;
  • internet delle cose e delle macchine;
  • integrazione e sviluppo digitale dei processi aziendali;
  • programmi di digital marketing, quali processi trasformativi e abilitanti per l’innovazione di tutti i processi di valorizzazione di marchi e segni distintivi (c.d. “branding”) e sviluppo commerciale verso mercati;
  • programmi di open innovation.

 

Come funziona la domanda

Sono previste 2 fasi, più una preliminare:

La fase preliminare riguarda la verifica dei requisiti per l’accesso, già disponibile sul sito https://Agevolazioni.dgiai.gov.it

 

  1. La fase di compilazione della domanda si può eseguire sempre dallo stesso portale, dalle ore 12.00 del 26 ottobre 2023 ed entro le ore 12.00 del 23 novembre 2023.
  2. La fase d’invio della domanda si può eseguire sempre dallo stesso portale, a partire dal 29 novembre 2023

Title

Richiedi adesso l’aiuto di CNA

Verifica se hai i requisiti con i nostri professionisti e richiedi consulenza per il tuo progetto d’innovazione.

    Ottieni anche l’altro 50% con Sviluppo Artigiano

    Sei un’impresa che fatica a recuperare la liquidità per sostenere l’altro 50% delle spese? Ti aiuta Sviluppo Artigiano.
    Il consorzio fidi della nostra associazione può individuare insieme a te all’interno del sistema bancario i canali di finanziamento più adatti e vantaggiosi. E con i professionisti dell’Area Credito CNA il tuo percorso è economicamente sostenibile dall’inizio alla fine.

    CHIEDI INFORMAZIONI >>

    Digital Innovation Hub CNA

    Contatta i nostri consulenti digitali

    Condividilo sui social!