MENU
VENETO OVEST
regione veneto
maestro artigiano

Diventa Maestro Artigiano con CNA

Via alla procedura per ottenere la nuova qualifica regionale di categoria. Col nostro aiuto. 

January 25, 2021
Area Sviluppo MestieriContattaci per saperne di più

Anche in Veneto la procedura per ottenere il titolo di Maestro Artigiano è finalmente al via. Dopo l’approvazione della legge n. 34 del 2018, con cui di fatto ha formalizzato il riconoscimento ufficiale di questo titolo, a fine 2020 la Regione Veneto ha anche definito modalità e procedure per richiederlo. 

 

Dall’inizio di quest’anno è quindi attiva la possibilità di fare domanda online, per ottenere un titolo utile a moltissimi artigiani e piccoli imprenditori locali sia come onorificenza professionale, ma soprattutto per ottenere importanti misure di tutela e supporto dedicato, sia economico che fiscale.  

 

L’obiettivo naturalmente è valorizzare il ruolo dell’artigiano come soggetto portatore di un patrimonio di conoscenze ed esperienze da salvaguardare e trasmettere alle future generazioni. 

 

 

Chi è il Maestro Artigiano 


Il vero Maestro Artigiano conosce bene il proprio mestiere, ha attitudine per la trasmissione delle competenze, ma non manca di abilità e doti di gestione manageriale della propria attività. 

Cioè tutto quello che fa parte del bagaglio di titolari e soci di attività legate alla tradizione e al tessuto produttivo territoriale, di tutti i settori dell’artigianato. Talenti che da oggi potranno essere riconosciuti in modo distintivo. 

 


Chi può richiedere il titolo di Maestro Artigiano  


Secondo la definizione data dalla legge risponde a questa qualifica colui che “disponendo di un’adeguata e documentata esperienza imprenditoriale aziendale, possiede elevate conoscenze e abilità manageriali e una particolare attitudine alla trasmissione delle competenze.” 

 

Chi può diventare Maestro Artigiano? La qualifica è aperta a titolari e soci lavoratori di imprese artigiane di qualsiasi settore, con questi criteri alternativi: 

 

1) ANZIANITÀ LAVORATIVA 


L’aspirante Maestro Artigiano ha alle spalle un percorso professionalizzante, cioè una documentabile anzianità lavorativa qualificata nel medesimo settore dell’artigianato, competenze manageriali e un’elevata attitudine all’insegnamento del mestiere. 


I requisiti fondamentali sono 

  • Almeno 10 anni di attività nel settore da parte del richiedente
  • Capacità manageriali d’impresa 
  • Trasmissione delle competenze 


Una volta fatta la domanda, il possesso di tali requisiti sarà verificato dalla Direzione Regionale Industria e Artigianato, previo parere della Commissione regionale per l’Artigianato. In caso di requisiti mancanti saranno indicati all’interessato quali percorsi formativi condurre per regolarizzare la propria posizione. 

 


2) PERCORSO FORMATIVO OBBLIGATORIO 


Questa opzione è pensata per le figure artigiane con minore esperienza nel settore. L’aspirante Maestro Artigiano può prendere parte a un percorso formativo riconosciuto dalla Regione, che permette l’acquisizione delle competenze manageriali e didattiche necessarie, preceduto da un periodo di attività lavorativa qualificata nel settore di riferimento pari ad almeno 5 anni. 

 


Un riconoscimento non solo simbolico 


Il riconoscimento di questa importante figura come detto non è soltanto simbolico. Il primo vantaggio è in termini d’immagine: la qualifica potrà essere utilizzata accanto al nome dell’impresa, sull’insegna e sul logo aziendale. 


È previsto inoltre, l’inserimento della figura del Maestro Artigiano in un elenco regionale dedicato, nonché l’annotazione di questo prestigioso riconoscimento nell’Albo delle imprese artigiane. 


Saranno infine attivati specifici interventi regionali a sostegno della figura del Maestro Artigiano, come previsto nella DGR 988/2019. La delibera prevede possibili misure, tra le quali: progetti di legge per la riduzione dell’Irap, contributi per i tirocini e per l’adeguamento dei locali. 

 

 

Come fare domanda 


Per fare domanda è possibile scaricare il facsimile del modulo per il riconoscimento del titolo al link sottostante. 



Una volta compilato va inviato via Pec a questo indirizzo, allegando: 

 

1. curriculum vitae (comprovante le competenze professionali e formative indicate in domanda); 

2. fotocopia del documento di identità in corso di validità, qualora l'istanza non sia firmata digitalmente; 

3. altra documentazione utile ai fini dell’istruttoria (specificare sulla documentazione cartacea o nel nome del file a quale sottosezione si riferisce: A, B1, B2, B3, C1, C2, C4). 

 



Chiedi il nostro aiuto 

 

Le sedi territoriali CNA hanno attivato un helpdesk per dare informazioni e consulenza agli artigiani interessati e per sostenerli nell’elaborazione ed invio della documentazione. 




Serve aiuto? Chatta con noi via WhatsApp





Foto Pixabay

Area Sviluppo MestieriContattaci per saperne di più

Condividilo nei social!