Orafi
Artistico e Orafo

Orafi CNA, Zappaterra confermato presidente nazionale

Il vicentino guiderà il Mestiere fino al 2025: «Al lavoro con responsabilità per risollevare il settore riprendendo il dialogo tra distretti».

October 6, 2021
Area Sviluppo MestieriContattaci per saperne di più

Il vicentino Arduino Zappaterra sarà anche per i prossimi 4 anni Presidente nazionale degli Orafi CNA. Già Presidente regionale e territoriale per la categoria, è stato confermato alla massima carica rappresentativa dell’associazione nell’assemblea di rinnovo dei vertici avvenuta a Roma. Completato il primo mandato nel quadriennio 2017-2021, rimarrà in carica fino al 2025. 

  

Nato nel 1952 a Formignana (Ferrara), ma residente a Vicenza, è orafo dal 1986. In passato ha ricoperto la carica di presidente dell’attuale ASA Vicentina di CNA Veneto Ovest per un mandato, e presidente dell’Unione CNA Artistico e Tradizionale per due mandati. Oggi è Presidente CNA Orafi Veneto e CNA Orafi Veneto Ovest (l’area vasta che accorpa le province di Vicenza e Verona); è inoltre al vertice di Corart, il Consorzio CNA che promuove azioni di sostegno e valorizzazione internazionale dell’artigianato artistico del territorio. 

  

«Porto avanti questo incarico – commenta Zappaterra – con grande senso di responsabilità, consapevole che sarà un mandato più difficile di quello precedente, per un comparto già in difficoltà prima dell’emergenza e ora ancora più in ginocchio. Sarà fondamentale riprendere il percorso di rilancio e ricostruzione del settore lì dove ci siamo interrotti prima del lockdown, tornano al dialogo tra tutti gli attori del settore». 

  

Nel discorso d’insediamento Zappaterra ha tracciato le priorità da seguire per il mandato. Tra queste, in primo piano la collaborazione tra distretti proseguendo l’attivo canale di dialogo con i colleghi degli altri territori. L’obiettivo in particolare resta il rilancio dei mestieri del gioiello attraverso la promozione di attività di formazione mirate che coinvolgano università, centri ricerca, istituti scolastici e poli creativi - senza dimenticare un partner come Ieg - per creare un aggregatore dove avviare sperimentazioni e nuove lavorazioni, salvaguardando il saper fare artigiano. 

  

«Noi dobbiamo svecchiare il settore senza rinnegare il valore dell’esperienza artigiana, ma declinandolo ai giorni nostri. Questo è un percorso inclusivo al massimo e da aprire a tutti: aziende, politica, altre istituzioni sul territorio. I risultati che abbiamo già raggiunto in questa direzione, e penso per esempio al percorso di Progetto Gold o al percorso A&D Artigianato e Design, ci devono spingere a fare ancora di più». 

  

«Sono molto felice per il nostro Arduino - aggiunge Cinzia Fabris, presidente di CNA Veneto Ovest-, che oggi ottiene una nuova prova di quanto sia apprezzato il suo importante lavoro. Con lui la Vicenza dell’oro si conferma ai tavoli importanti, per portare avanti la sinergia tra distretti nazionali che deve continuare a vederci protagonisti. Faccio quindi il mio migliore in bocca al lupo a Zappaterra, per le tante sfide che si prepara ad affrontare. Naturalmente con il pieno sostegno di CNA Veneto Ovest». 

Area Sviluppo MestieriContattaci per saperne di più

Condividilo nei social!