Lavoro e welfare
Autotrasportatori

Autotrasporto e logistica, rinnovato il contratto collettivo

Minimi tabellari invariati per 24 mensilità e aumento di 90€ per i livelli 3° Super e B3. Ecco tutte le novità

May 24, 2021
Emanuela Carli Responsabile Area Lavoro e Capitale Umano

CNA, insieme alle altre Organizzazioni Datoriali e FILT-CGIL, FITCISL e UILTRASPORTI-UIL, ha siglato l’accordo di rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro Logistica trasporto merci e spedizione, scaduto lo scorso 31 dicembre 2019.  


L’accordo, che sarà valido fino al 31 marzo 2024, ha visto CNA in prima linea per mantenere invariati i minimi tabellari per 24 mensilità. 

 

Aumento di 90 € mensili  


Il rinnovo del CCNL prevede alcune significative novità. In particolare, un incremento mensile a regime, calcolato sul livello 3° Super (personale non viaggiante) e sul livello B3 (personale viaggiante), pari a 90 € lordi, sui minimi tabellari. 


L’aumento sarà così suddiviso:   


  • € 15 con la retribuzione di ottobre 2021 
  • € 25 con la retribuzione di ottobre 2022 
  • € 20 con la retribuzione di ottobre 2023  
  • € 30 con la retribuzione di marzo 2024. 

 

Le altre novità 


Viene inoltre prevista, a partire dal mese di gennaio 2022, l’istituzione di un Elemento Distinto della Retribuzione di € 10 per 13 mensilità, che non ha incidenza sugli istituti economici differiti. 


L’intesa introduce anche un incremento del contributo di 4 € per gli istituti di bilateralità presenti nel CCNL, a partire da gennaio 2022. La quota, uguale per tutti i lavoratori, troverà una specifica previsione per le imprese che applicano la “sezione artigiana” del CCNL definita con un successivo accordo. 

 

Ad integrale copertura del periodo di carenza contrattuale, è stato previsto un importo forfettario una tantum pari a 230 € suddiviso in tre rate: 


  • € 100 entro luglio 2021 
  • € 50 con la retribuzione del mese di ottobre 2021 
  • € 80 con la retribuzione del mese di aprile 2022.  


Tale importo non sarà considerato utile ai fini dei vari istituti contrattuali e nella determinazione del TFR, inoltre il medesimo andrà ridotto proporzionalmente per il personale part-time in relazione alla ridotta prestazione lavorativa. 

 

Vuoi maggiori informazioni sull’accordo? Contattaci: 


Emanuela Carli 

Responsabile Area Lavoro e Capitale Umano 

lavoro@cnavenetovest.it   

0444 569 900 



[photo by Unsplas]




Emanuela Carli Responsabile Area Lavoro e Capitale Umano

Condividilo nei social!